Vogliamo anche le rose. Di broccato blu

By | Abiti, Eventi, Non categorizzato, trend | No Comments

Quante cose si possono dire con una rosa? Il fiore più amato e ammirato di tutti i tempi è anche il più ricco di significati e di simboli, quello che meglio sa esprimere l’essenza vera della vita e della natura. Con le rose rosse si comunica amore eterno e passione. Con quelle bianche innocenza e purezza. Le gialle simboleggiano la vivacità e la gelosia, quelle rosa l’amicizia vera. Ma le rose cantano anche tutto ciò che è garbo e bellezza, ispirazione e aspirazione.

Non a caso il celebre slogan del 1912 con cui le operaie tessili marcarono la loro partecipazione a un lungo sciopero nel Massachusetts, recitava “Vogliamo il pane, ma anche le rose” ovvero vogliamo il necessario, ma anche la poesia.

Le rose appartengono alle donne: fiore sacro a Venere, attributo delle Grazie e di Maria, nelle mani e nella mente della regista Alina Marazzi divennero, nel 2007, un importantissimo documentario sul movimento femminista nell’Italia degli anni ’70. Da riguardare, per capire quanto siamo cambiate, dove siamo arrivate insieme, quanto ancora c’è da fare.

Ancora donne, ancora rose. Nel 2008 la ricercatrice italiana Francesca Quattrocchi, di stanza in Olanda, riuscì a clonare i geni responsabili della colorazione dei petali delle rose. Grazie a lei quella meraviglia che è la rosa blu non è più un bluff tinto artificialmente ma è un fiore vero: un emozionante capolavoro geneticamente modificato che, grazie alle biotecnologie, può essere coltivato anche nel giardino di casa e che proprio nel 2018 compie 10 anni.

Altra donna, altre rose. Come una ricercatrice appassionata e creativa, in quanto donna sensibile e attenta, concentrato di know how e di poesia insieme, anche Simona Chiaravalle, designer di BkiB, ha reso omaggio alla bellezza delle rose, alla femminilità, alla magia. E ha scoperto come rendere il sogno della rosa blu una realtà, anche nella moda.

Nel suo nuovo bomber primaverile, le rose blu si stagliano, romantiche e poetiche ma anche orgogliose e decise (proprio come noi!) sul candore di un eccezionale broccato scelto tra i più bravi e prestigiosi tessutai italiani. La speciale stoffa, elegante e preziosa, materica e tattile, che crea giochi 3D di grande effetto e l’illusione di indossare non solo uno stilosissimo bomber ma un manto di rose, modella un capospalla dall’allure sporty ma dall’anima couture, che scivola lungo i fianchi e che termina con alti bordi elastici in tinta.

Un giardino segreto che sprigiona incanto e poesia. Sembra quasi di avvertirne l’ammaliante profumo mentre si procede, su sneakers o tacchi aguzzi, a passi decisi nel nostro specialissimo quotidiano.

Il bomber effetto firmamento di BkiB ruba la scena alle stelle

By | Abiti, Non categorizzato, trend | No Comments

Oggi parliamo di stelle. Non della parata di star sui red carpet da Oscar che si susseguono in questo periodo dell’anno e nemmeno delle stelle che costellano la Walk of Fame in Hollywood Boulevard, a cui si è appena aggiunta Minnie Mouse presto affiancata da Gina Lollobrigida (in occasione del 90° compleanno che cadrà il 4 luglio). No. Qui si parla proprio di volta celeste, astri, costellazioni, cieli misteriosi e infiniti, poesia.

Se siete appassionate all’argomento, sappiate che il cielo del 2018 promette show grandiosi. A cominciare dalla Luna Blu del 31 gennaio (una seconda luna piena nel mese), seguita da ben tre eclissi parziali di Sole (la prima proprio il 15 febbraio), un’eclissi totale di luna in estate, Marte vicinissimo, Venere abbagliante visibile anche di pomeriggio e perfino una cometa che attraverserà il cielo il prossimo inverno…

Staremo tutti con il naso all’insù? No. Perché sulla Terra ci sarà qualcosa di ancora più scintillante: chi vestirà il bomber effetto firmamento di BkiB avrà tutti gli occhi fissati su di sé. Il merito è del prezioso tessuto di lurex che lo plasma, scelto tra i migliori tessutai italiani da Simona Chiaravalle, designer e anima del brand: color blu profondo squarciato da camaleontici bagliori argentei, che cambiano con la luce e che vengono esaltati da bordi a costine altrettanto lucenti.

 

 

 

Ma i plus del bomber fatato di BkiB non si fermano al luccichio che emana: astutamente lungo a coprire i fianchi, con morbida forma cocoon che non costringe e non segna la silhouette, pratiche e discrete tasche diagonali e bottoni design è un capo versatile e irresistibilmente glam. Perfetto e affascinante sia sui jeans, al posto di cardigan e pull, sia sugli abiti da sera, sostituendo la classica giacca d’ordinanza e regalando al look un tocco “alla BkiB”, ovvero sfavillante e pieno di magia.

La Flower Therapy di BkiB contro il Blue Monday

By | Abiti, trend | No Comments

C’è un lunedì dell’anno, solitamente il terzo di gennaio, che da oltre un decennio viene definito il Blue Monday, ovvero il giorno più deprimente di tutti. Il calcolo non ha basi scientifiche o matematiche certe, oscilla tra il serio e il faceto, eppure in questa attribuzione c’è un fondo di verità.

Sarà a causa della poca luce invernale, della difficoltà di ripresa dopo le festività natalizie, dello stress dovuto al timore di non farcela a rispettare un numero imprecisato di buoni propositi… Fatto sta che lunedì 15 gennaio sarà il giorno più triste e cupo del 2018. Per molti, ma non per tutti.

Se decidete di non credere a quella che molti ritengono una colossale bufala, allora quel giorno sfoggiate il vostro sorriso migliore, l’umore più positivo, l’abito più gioioso. BkiB ha ciò che fa per voi: un bomber e un gilet che sbocciano in ramage di fiori coloratissimi e lucenti, antidoto perfetto al malumore.

Realizzati entrambi in prezioso broccato di seta proveniente dai migliori tessutai italiani maestri d’eccellenza, sono capi di una raffinatezza estrema. Il bomber di BkiB è un elegante bozzolo lungo a coprire i fianchi, rifinito da bordi in maglia di lurex dorata. Il gilet, altrettanto lungo, è privo di bottoni e si apre in profondi spacchi laterali.

 

 

 

BkiB li ha concepiti non solo per brillare la sera, sopra lunghe gonne di chiffon che sfiorano terra o per dare un tocco di femminilità e verve al più severo dei pantaloni da smoking, ma anche per essere portati di giorno, su jeans e stiletto o su pants maschili abbinati a un sottile dolcevita di cashmere.

Grazie alla Flower Therapy sprigionata dai loro bouquet multicolore e alla speciale luce diffusa dal tessuto, sono in grado di risollevare le sorti della più buia delle giornate. E, perfino, di incantare famigliari col broncio, capi nervosi e colleghe lunatiche. Potere dei fiori. E delle cose belle.