Cerchi un costume per l’estate? Sceglilo intero e bianco: sarai ultra chic!

By | Costumi, Non categorizzato, trend | No Comments

Questo è il periodo perfetto per scegliere i nuovi costumi da bagno che ci accompagneranno quest’estate. Siete ancora indecise? Nessun modello visto finora vi ha fatto battere forte il cuore? Niente è perduto: vi basterà dare uno sguardo alle nuove proposte di BkiB per capire che un costume intero bianco è la soluzione più raffinata che possiate trovare.

Perché Simona Chiaravalle, anima e fondatrice del brand, non ha semplicemente introdotto nella sua collezione Swimwear dei costumi candidi. Esteta sempre alla ricerca di bellezza ed eleganza, li ha plasmati proprio come se fossero capi d’alta moda, impreziositi da dettagli importanti, particolari scenografici, tagli che esaltano la silhouette e che li rendono perfetti dal mattino alla sera, in riva al mare come a un pool party esclusivo.

Trikini, tagli cut out, lacci da annodare e onde di volant: scegli il costume perfetto per te

C’è il trikini cut out, che lascia pancia e schiena nude e che unisce la parte superiore e gli slip attraverso un macro anello di metallo dorato, appoggiato sensualmente sul fianco. C’è l’intero tutto d’un pezzo, che sulle prime sembra il costume più basic che ci sia, ma che svela il suo vero carattere appena lo sguardo cade sui fianchi: ha fenditure laterali ad alto tasso di seduzione, chiuse da lacci incrociati.

 

 

E poi c’è il modello dedicato alle più romantiche: un intero monospalla con balza svolazzante che, proprio dalla spalla, scende sul décolleté. Non è difficile immaginare di poterlo sfoggiare anche lontano dalla spiaggia, abbinato a pants pull on minimalisti o a una gonna gitana di giorno, di chiffon e lunga fino ai piedi la sera, con accessori in cuoio o laminati, a seconda delle occasioni.

 

 

Come per tutti i capi di BkiB, anche i costumi sfoggiano materiali di eccellente qualità, tessuti appositamente studiati per vestire come una seconda pelle, accuratamente doppiati per non incorrere nei problemi di trasparenza che il bianco, una volta bagnato, spesso crea.

Sono costumi couture abbaglianti, da diva, che con l’abbronzatura staranno un incanto e che faranno battere il cuore a tutte le Ursula Andress contemporanee. Pronte per il primo tuffo d’estate? E per uscire dall’acqua e farvi ammirare?

Kimono e geek style alla maniera di Virginia Woolf

By | Abiti, Eventi, Non categorizzato | No Comments

Siete (come noi!) appassionate di libri? Amate pazzamente le pagine da sfogliare, l’odore della carta stampata, perdervi tra scaffali zeppi di volumi? Questo è un periodo intenso e pieno di emozioni per voi: infilatevi un kimono e correte a Torino .

Oggi fino al 14 maggio tappa d’obbligo è il Salone Internazionale del Libro, che in questi giorni rende la città ancora più speciale del solito (autori, agenti, scout, premi Nobel,, dove da  premi Oscar, premi Pulitzer, premi Goncourt, premi Strega, alcune delle menti più brillanti del pianeta riunite sotto lo stesso spicchio di cielo, ve ne rendete conto?).

Tra i tanti appuntamenti organizzati in città, che ce n’è uno che ci fa sognare a occhi aperti e ci rende ancora più creative di fronte al nostro armadio: “Leggere, tradurre, amare Virginia Woolf” è un incontro che impegna Nadia Fuisini, profonda conoscitrice della scrittrice e della sua opera. Cosa c’entra Virginia Woolf con la moda? Cosa avvicina l’autrice de La signora Dalloway e di capolavori assoluti del modernismo a BkiB? Semplice: un kimono!

 

 

by Lady Ottoline Morrell, vintage snapshot print, June 1923

 

 

Proprio così: il kimono è uno dei capisaldi della produzione di Simona Chiaravalle, anima di BkiB, desiderosa di riportare nella moda femminile l’eterea eleganza e il culto del bello degli inizi del ‘900. Di pizzo candido, raffinato e snob, il kimono corto che BkiB propone per la Primavera/Estate sarebbe piaciuto tantissimo a Virginia Woolf!

 

 

Questa donna di un’intensità straordinaria, che amava mixare e contaminare generi tanto diversi tra loro, che adorava abbinare (con studiata nonchalance) scialli da sera e stivali infangati, grembiuli e stole di pelliccia, cardigan over e bluse di pizzo vittoriano, lo avrebbe indossato su abiti di seta scivolati sul corpo e avrebbe aggiunto un enorme cappello di paglia decorato di fiori e scarponcini da giardinaggio.

Oggi sarebbe considerata una inarrivabile maestra di quello stile geek chic che, a 120 anni di distanza, piace ai designer più colti e alle influencer più sofisticate. Uno stile da imitare grazie alla versatilità del kimono di BkiB, aperto a mille interpretazioni proprio come una pagina bianca. Lo si può indossare su slip dress di seta come su costumi da bagno, su tubini slim fit e salopette di jeans, di giorno e di sera in un mix&match di stili contrapposti e personali. Tutti da scrivere.

 

Se amate arte, poesia e bellezza, ecco l’intreccio (di pizzo) che fa per voi!

By | Abiti, Non categorizzato, trend | No Comments

 

In arte o in architettura l’intreccio è una forma ornamentale basata sulla ripetizione di motivi di curve incrociate e aggrovigliate. In narratologia è il modo in cui la storia viene narrata, in una successione che non corrisponde (come invece accade per la fabula) né a un ordine logico né temporale, ma in base a una successione scelta dall’autore.

Nel guardaroba estivo proposto da BkiB l’intreccio è di pizzo macramé e diventa poesia. La nuova tunica per la bella stagione, infatti, riunisce magicamente queste due voci all’apparenza lontane, riguardanti mondi diversi, e si rivela un meraviglioso, perfetto concentrato di arte che emoziona e di storie sussurrate, tutte da ascoltare.

Simona Chiaravalle, fondatrice e anima del marchio, ci ha abituate al meglio: per le sue “storie”, per ognuna delle sue creazioni, sceglie sono materiali d’eccellenza, tessuti pregiati che incantano al primo sguardo, seducono al primo tocco. Nella lunga veste candida, tanto preziosa quanto semplice da indossare (e da desiderare!), gli intrecci di macramé imprigionano gli occhi e i pensieri.

Diventano trappola romantica da cui lasciarsi dolcemente avvolgere. Diventano nodi e gemme che raccontano di legami eterni plasmati nella passione e nella pazienza e di arabeschi mozzafiato. Ha maniche ampie e scollatura a punto smock, si porta maliziosamente scesa sulle spalle e può essere indossata sia in casa sulla lingerie sia fuori, sopra un abito sottoveste, sopra un costume…

 

 

Come sempre accade per le proposte di BkiB, anche questa tunica in pizzo può assumere identità diverse in nome della versatilità: immaginatela, per esempio, stretta in vita da una lunga fascia di gros grain da annodare dietro in un fiocco romantico d’altri tempi. O strizzata da un cinturone alto di cuoio, capace di trasformare la più dolce delle poesie in puro rock. L’intreccio (bellissimo) c’è: a ognuna di voi la scelta del finale che preferisce!

Dark lady o ninfa eterea: il pizzo BkiB per l’estate 2017

By | Abiti | No Comments

Il pizzo è certamente, da sempre, uno dei tessuti più importanti, preziosi e ricercarti nel fashion. Un tessuto fresco e leggero, ideale per abiti, top, bluse o pantaloni. Una tendenza che non passa mai di moda: di cotone, macramè, chantilly o San Gallo, il pizzo non può mancare nel guardaroba femminile. Per la Primavera Estate 2017 il pizzo è bianco o nero.

Dark lady in pizzo

Per la donna che ama essere provocante, che vuole assumere un appeal tenebroso e misterioso, il pizzo nero è la scelta giusta. Una dark lady sensuale ma glamour, che non ha bisogno di troppi accessori per esprimere il proprio carattere: maxi orecchini e una pump ‘killer’ di vernice. Tra Saint Laurent e McQueen, anche BkiB si schiera con l’esercito delle dark lady.

Dark Lady – McQueen, BkiB, Saint Laurent

Pizzo bianco per la ninfa eterea

Graziosa e angelica è la donna che sceglie il pizzo bianco. Una ninfa eterea amante del romanticismo e dell’atmosfera bucolica tipica delle fiabe. Un look candido e seducente allo stesso tempo. Alla schiera angelica di Alberta Ferretti e Giamba, si aggiunge anche BkiB: Simona Chiaravalle propone il dress in pizzo di cotone ideale per le sere d’estate portato con orecchini a frange e sandali.

Ninfa Eterea – Alberta Ferretti, BkiB, Giamba

Trasparenze pericolose: dalle passerelle alla vita reale

By | Abiti | No Comments

Le trasparenze sono di casa, o meglio, a Milano sono “della maison”.

Innovativa, moderna e, spesso, apripista, Milano lancia e rilancia tendenze che poi diventeranno costume globale. E, sinonimo di Milano, è la Fashion Week. Sono infatti le sfilate della moda milanese a lanciare i trend più seguiti ed imitati. Uno dei più accattivanti è senz’altro la proposta del vedo-non vedo, presentissima in passerella nell’ultima tornata delle sfilate. 

Sensuali e femminili, le “trasparenze pericolose” in pizzo, organza o tulle hanno sedotto le grandi maison internazionali che si sono esibite nelle più sfrenate declinazioni. Anche con modelle d’eccezione come, ad esempio, la chiacchieratissima regina del gossip Gigi Hadid che ha scatenato più di un brivido in platea durante la sfilata di Fendi.

Elisabetta Franchi, Luisa Beccaria, Fendi, Marco De Vincenzo

Alcune proposte trasparenti viste nelle ultime sfilate a Milano. La terza da sinistra è Gigi Hadid

BkiB e le sensuali trasparenze.

Lo sa bene Simona Chiaravalle che per i capi homewear e beachwear firmati BkiB ha pensato ad una donna sensuale e femminile. Il mini-kaftano in organza bianco con inserti floccati dal disegno esclusivo ed il poncho quadrato in pizzo nero  si prestano ad una duplice portabilità. Gli accessori fanno la differenza. Abito da mare con costume e infradito di giorno, abito da cocktail con lingerie a vista, tacco e clutch di sera. La donna BkiB gioca quindi la carta della seduzione, una femme fatale che sa gestire le trasparenze con femminilità e buon gusto.

BkiB

Quando le star amano le trasparenze…

È un richiamo irresistibile… Dalle passerelle al day by day, anche le star non potevano che cedere al richiamo di una femminilità che osa esibirsi (quasi) senza veli e che, talvolta accidentalmente e talvolta in un modo un po’ pilotato, lascia trasparire significativi centimetri di pelle.

In tv, sui red carpet o semplicemente per strada (complice l’occhio attento del paparazzo di turno), le dive italiane e internazionali non hanno perso occasione di mostrarsi con outfit vedo-non vedo.

A Venezia, il pizzo di Alberta Ferretti ‘sveste’ Belen Rodriguez ed Eva Herzigova; Irina Shayk illumina Verona con le sue trasparenze firmate Alexandre Vauthier mentre la blogger più famosa al mondo Chiara Ferragni incanta Milano con le trasparenze animalier di Roberto Cavalli.

Chiara Ferragni, Belen Rodriguez, Irina Shayk, Eva Herzigova

Chiara Ferragni, Belen Rodriguez, Irina Shayk, Eva Herzigova