Il kimono nero degno di un tappeto rosso

È stato il red carpet più nero della storia. Avete seguito l’evento? Il dress code che ha accomunato le star della 75esima edizione dei Golden Globes Award 2018 prevedeva il nero totale, colore scelto per protestare contro le molestie sui luoghi di lavoro, in segno di rispetto e di sostegno per il movimento Time’s Up nato dallo scandalo Weinstein.

E così, la gara tra le attrici non è solo stata a colpi di bravura per le proprie performance professionali, ma anche a colpi di raffinatezza. Proprio perché non sono state fatte concessioni a tinte sgargianti o sfumature principesche, gli occhi erano tutti puntati sui dettagli, sui tessuti, sui ricami e sulla personale interpretazione di questo codice estetico che imponeva sobrietà ed eleganza in salsa dark.

In perfetta sintonia con il sentire comune delle donne, solidale senza riserve con chi è vittima di abusi, votata allo charme e al glamour fin dal suo debutto, BkiB ha scelto il nero per tingere la sua robe de chambre più eclettica e chic.

 

Di fluido satin, foderata in morbido tessuto di lurex, sprigiona bagliori argentei dallo scollo, dai risvolti delle ampie maniche, dalla fusciacca da strizzare in vita non solo su pigiama palazzo o serici baby doll, ma soprattutto su abiti lunghi, tubini, pantaloni da smoking

Un capolavoro sorprendente, perché è nato per accompagnare i momenti di relax in casa ma dà il meglio di sé indossato come kimono aristocratico, come coat prezioso e sofisticato, privo di inutili fronzoli e stucchevoli eccessi, fatto apposta per accompagnare serate e occasioni speciali. Comprese quelle che prevedono passeggiate… sui tappeti rossi più celebri del mondo.