Category

Uncategorized

BkiB, a velvet touch. Il velluto protagonista della tendenza.

By | Uncategorized | No Comments

Velvet, ovvero, velluto: una parola che già di suo evoca sensualità. Mille lavorazioni, interpretazioni, colori ed un unico tessuto, il velluto. Come già anticipato nella precedente stagione, è il primo vero trend dell’autunno, che sia declinato in chiave Seventies, goth o bohemien, mantiene sempre quella classicità statuaria ed è, allo stesso tempo, pienamente moderno.

Originario dell’Asia e sbarcato nel XIV secolo anche in Italia, è da sempre il tessuto della ricchezza, dello sfarzo aristocratico, protagonista di abiti e non solo, anche di arredi, canapè e sofà.
Il velluto torna oggi protagonista tra le tendenze hot dell’autunno/inverno 2016, spopolando sulle passerelle di tutti gli stilisti nelle sue svariate declinazioni: dal capo spalla al tailleur, dalla gonna alla vestaglia.

velvet touch-per blog

Ed è proprio nel femminile universo delle vestaglie che BkiB sperimenta il velluto, rendendo l’ambiente domestico caldo e sensuale. La collezione Fall/Winter 2016 prevede modelli lunghissimi, evocativi di un lusso senza tempo, ma anche mini, per mettere in mostra lo slancio delle gambe. Completano il look personalizzazioni con inserti in pelliccia, marabù, maniche a palloncino e micro pois glitterati.

I colori? Il re per eccellenza è il nero, cupo e lucido, a tratti gotico, a tratti sexy, mentre i colori neutri, preferiti da Simona Chiaravalle, artefice del progetto stilistico BkiB, ampliano la palette cromatica per assicurare scelta e abbinamenti di massima tendenza.

Per una donna firmata BkiB raffinata ed energica, che certamente non rinuncia al suo sex appeal tra le mura di casa, ma anzi, è ancora più femminile e sicura di sé stessa nel luogo che la vede incontrastata regina.

Sulle vie del damasco-chic: nuove ispirazioni da un antico tessuto

By | Uncategorized | No Comments

È un’interpretazione del tutto nuova e inusuale quella che BkiB conferisce al damasco, eccellenza della manifattura tessile che può vantare secoli e secoli di storia.
Il brand creato da Simona Chiaravalle, dedicato ad una donna chic e informale che ama trasferire la sua innata eleganza anche in casa, trae ispirazione dalla tipica texture del damasco e la trasforma in asciutta e contemporanea sintesi grafica, in abbinamenti cromatici del tutto innovativi.

La collezione FW 16-17 di BkiB propone così in chiave moderna un tessuto che si ritiene risalga al V secolo d.C.
Una storia che conduce in Oriente, ma, inaspettatamente, si spinge fino alla lontanissima e misteriosa Cina.
Tra i primi fan in assoluto del damasco appare infatti l’imperatore cinese Wendi, dell’antica dinastia Sui. Le leggende narrano di come fu lui tra i primi in assoluto a innamorarsi delle vesti declinate nel prezioso tessuto nonostante il nome suggerisca un’origine diversa.
Ma la storia di un tessuto è sfuggente quanto una carovana e certamente, per quanto il damasco possa avere avuto i natali in Medio Oriente, non si è certo rinchiuso negli stretti confini tra i deserti dell’Est e il Mediterraneo. Oltre alla Cina ben presto fece innamorare di sé anche l’Occidente trovando in Luigi XIV e nell’alto clero i suoi massimi sostenitori.

Dall'imperatore cinese Wendi a Luigi XIV. La passione per i tessuti damascati ha unito Oriente a Occidente

Dall’imperatore cinese Wendi a Luigi XIV. La passione per i tessuti damascati ha unito Oriente a Occidente

Tutta la nobiltà del tessuto è già evidente dalla scelta dei materiali: dai fili in oro e argento fino agli abbinamenti al broccato e alle preziose elaborazioni jacquard.
Così si è perpetuata la tradizione manifatturiera, conservando fino ai giorni nostri le caratteristiche che rendono i tessuti damascati ancora oggi immutabilmente preziosi.
Fino… alla “rivoluzione” di BkiB che, spingendo l’acceleratore sul tema unconventional, abbandona la manifattura classica e sceglie di estrapolare la silhouette del solo motivo damascato, sintetizzando una nuova proposta che gioca la carta del contrasto e sovrappone il segno grafico puro, declinato in colori shock, al tessuto di rete.

Due abiti "damascati" della collezione FW 16-17 di BkiB

Due abiti “damascati” della collezione FW 16-17 di BkiB

La collezione FW 16-17 di BkiB assottiglia il tessuto e lo rende morbido e fluttuante, in un gioco raffinatamente sexy che alla rete nera sovrappone l’essenzialità del colore, piatto e saturo.
Le proposte declinate in questa innovativa e contemporanea versione del tessuto damascato trovano piena espressione in abiti lunghi, lunghissimi, con spacchi profondi laterali, maniche ampie e spalle scoperte, alla ricerca di trasparenze e delicati effetti vedo non vedo.
Dall’antica Damasco è così rievocato, in chiave contemporanea, un invito alla femminilità più sontuosa e sensuale.

Dark lady: cinquanta sfumature di nero

By | Uncategorized | No Comments

La recente diffusione del trailer di Cinquanta sfumature di nero ha riportato ancora al centro dell’attenzione il personaggio della dark lady, insieme al rapporto tra moda e seduzione. Le maschere veneziane, già leitmotiv di Eyes wide shut, prendono vita nella pellicola tratta dal best-seller come strumento attraverso cui porre un filtro tra il proprio corpo e il mondo esterno: un distanziamento che spesso sortisce il paradossale effetto di svelare parti di sé, piuttosto che nascondere. La maschera veneziana è gioco e pretesto. Qualsiasi capo o accessorio, se indossato in maniera consona, ha infatti il potere di rendere chiunque un concentrato di mistero e fatalità. E quale miglior scelta del nero per sprigionare tali insospettabili energie?

In effetti, il nero non è neanche un vero e proprio colore. È semplicemente assenza di luce, buio totale. Se quando si ha la mente sgombra si riesce ad immaginare l’impossibile, allo stesso modo la mancanza di colori può ingenerare nell’osservatore sensazioni imprevedibili. Senza scomodare storici e antropologi, siamo infatti tutti concordi nel dire che i tempi del nero in associazione al lutto e al male risultano orami un lontano ricordo. La donna in total black è elegante, seduttrice, sofisticata, furba, artista, modaiola.

Una delle prime dark lady, la Regina di Biancaneve. Un personaggio ispirato da Gloria Swanson, diva degli anni '20/30.

Una delle prime dark lady, la Regina di Biancaneve. Un personaggio ispirato da Gloria Swanson, diva degli anni ’20/30.

A sancire il successo della dark lady è soprattutto il cinema delle origini… in bianco e nero, ovviamente! Ma forse la prima cupa seduttrice per eccellenza risale già al Technicolor, ossia la Regina di Biancaneve (1937), il cui lunghissimo mantello scuro le conferisce un aspetto certamente austero, eppur velato da un’evidente carica erotica. E che dire della trasformazione in vecchia strega? Una toga con cappuccio completa la metamorfosi: ecco che il senso di repulsione è dato tanto dal viso quanto dall’abbigliamento. Il nero aiuta il personaggio a passare da un estremo all’altro. Lo stesso può dirsi di Michelle Pfeiffer in Batman Returns (1992). Dei pezzi di pelle cuciti grossolanamente insieme danno vita all’iconica catsuit con cui la svampita segretaria Selina Kyle si scopre adescatrice e complottista. Una parabola che sembra voler dire: sono una micetta tutta da coccolare… ma attenti alle mie unghie!

Dark lady Catwoman Michelle Pfeiffer

Quando l’outfit da dark lady diventa iconico: Michelle Pfeiffer interpreta Catwoman

Con Anastasia Steele, protagonista della trilogia delle Cinquanta sfumature, la storia si rinnova. Basta un outfit azzeccato ed ecco che la neolaureata timidona si trasforma in un’insospettabile femme fatale. Oggi la sfida è questa, permettere a chiunque di diventare dark lady. Persino nella comodità di casa propria. Con la sua proposta di luxury housewear, BkiB offre una scelta di capi total black per tutte le sfumature di seduttrici. Gli abiti in pizzo garantiscono un effetto vedo-non-vedo che pone al centro dell’attenzione il corpo di chi li indossa, risultandone quasi un completamento. La trasparenza dei kaftani ha un irresistibile fascino retrò, condito da un pizzico di ironia. Le vestaglie in velluto, lunghe o corte, sono invece involucro di mistero: il cocoon di una farfalla che ama farsi cullare dalla morbidezza di un tessuto pregiato, pronta a spiccare il volo una volta spogliata di qualunque orpello.

Dark lady BkiB

La proposta di dark lady targata BkiB: per una sensualità total black nel comfort di casa propria. – photo cover e qui sopra: Luca Cattoretti

Piume, seduzione infinita, dal burlesque al look delle star

By | Uncategorized | No Comments

Piume e Burlesque

Da sempre icona di femminilità e sensualità, il boa di piume ha sdoganato una tendenza lanciata negli anni ’20 con la nascita degli spettacoli di burlesque e cabaret allora fortemente rivoluzionari e liberatori.

E’ cosi diventato simbolo di grande emancipazione femminile. Famoso per spettacoli applauditi in tutto il mondo, il genere burlesque ha mostrato per la prima volta nella storia donne adornate da lunghe sciarpe di piume colorate, sinonimo di estrema sensualità, in balletti e coreografie che hanno incantato un pubblico trasversale, anche femminile.
Così il cinema contemporaneo ha reso omaggio a questa suggestiva forma di teatro con il film ‘Burlesque’, rilanciandone la moda. Protagoniste due grandiose star: Cher e Christina Aguilera.

La bionda cantante statunitense si mostra infatti in succinta guêpière di perle adornata da uno sbarazzino marabù, riportando in auge lo stile giocoso del burlesque.

Cher e Christina Aguilera in 'Burlesque'

Cher e Christina Aguilera, circondata da piume, in ‘Burlesque’

Piume da star

Così la piuma è diventata sempre più attuale nel mondo della moda.
Star e maison hanno fatto di questa tendenza un vero e proprio stile creato su misura per una donna femminile, sensuale, elegante ed eccentrica.
Agli antipodi sono infatti Beyoncé e Blake Lively: la prima si è esibita agli MTV Video Music Awards tra le sensualissime piume verde acqua di Francesco Scognamiglio, un look molto appariscente, dalle trasparenze osé. Di stile diametralmente opposto le piume indossate dall’attrice californiana che, in dolce attesa, ha scelto la materna, morbida dolcezza del soffice cappotto firmato Salvatore Ferragamo. Sempre piume, ma interpretazioni diverse.

Beyoncé in Francesco Scognamiglio e Blake Lively in Salvatore Ferragamo

Beyoncé in Francesco Scognamiglio e Blake Lively in Salvatore Ferragamo

Marabù per BkiB

La visione di Simona Chiaravalle per BkiB ha proprio questo obiettivo, fondere nella piuma due concept diversi: la sensualità più estrema e il voluttuoso stile per la casa dove il marabù del kaftano è abbinato al morbido bambi.

Sensuale con gusto, sempre chic, la donna BkiB ha la capacità di dare vita ai dettagli facendosi accompagnare nei movimenti da un leggero svolazzo di piume. Un capo total black estremamente essenziale e tuttavia ricercato.

Caldo e confortevole il kaftano BkiB è l’ideale per introdursi nel freddo inverno senza rinunciare ad un tocco di sensualità.

Marabù per BkiB

Marabù per BkiB

Glitz and elegance: the Golden Kimono from BkiB

By | Uncategorized | No Comments
Precious, refined and intriguing, the BkiB kimono represents a concentration of elegance and sensuality, comfort and style, purity of line and taste for the finest fabrics. Simona Chiaravalle, the soul of the brand, has chosen the richest shades of gold and silver, and silk embroidered with three-dimensional designs, that will caress the curves and enhance the figure of the wearer. Each convincing and distinctive kimono design is also 100% made in Italy.

These garments recall the pageantry of ancient Japan in an absolutely modern way: the kimono can be used, in fact, in a thousand ways: as a seductive housecoat, a sophisticated overcoat with evening dresses or – why not – to give outfits based on a simple pair of jeans an unprecedented degree of refinement. The aim of the designer was to complement the uniqueness of the face and hair of the woman who wears it, enhancing her beauty with the brightness of the fabric.

BkiB - kimono oro

BkiB – kimono oro

Dreaming Miami: A Warm New Year with BkiB Destination Miami

By | Uncategorized | No Comments

Destination Miami

others are already thinking about packing their suitcases for the New Year. In our case, it was destination Miami. The pearl of Florida is famous for being a favorite destination for celebrities, and not only to celebrate the arrival of the new year. In Miami, the sun, the sea and the incredible nightlife are the basic ingredients for a dream vacation.

The Perfect Suitcase

Leaving the cold of Milan to spend a few days in the warm sunshine of Miami Beach is always a pleasure. Put heavy coats and wool sweaters back in the closet, and fill your suitcase with light, comfortable, colorful clothing. Simona Chiaravalle, designer of the brand BkiB, knows about life by the sea and has created a fresh and colorful collection. Glittering swimwear, lightweight lace kaftans, gorgeous kimonos and swim suits are what you need for a day at the beach, a cocktail by the pool or a walk along Ocean Drive.

BkiB - SS17 Preview ph: Luca Cattoretti

BkiB – SS17 Preview
ph: Luca Cattoretti

Miami night and day

The BkiB secret is this: to help every woman to be sexy and feminine in every occasion. The precious BkiB fabrics are perfect to be glamorous on the white beaches of the East Coast with a daily bikini and transformed into elegant and luxurious evening gowns with a special clutch and décolleté timeless.

BkiB - SS17 Preview ph: Luca Cattoretti

BkiB – SS17 Preview
ph: Luca Cattoretti

Brocade: The Trend of the Moment

By | Uncategorized | No Comments

Autumn / winter 16-17 was the scene of brocade’s absolute triumph, with brocade fabrics being used for clothing, boots, skirts and suits. All of the leaders in the women’s clothing world were seemed to be trying to bring Byzantine influences back to shine on the catwalk.

The big fashion houses have dusted off their jacquard looms to meet the demand of this trend, just another of the endless twists and turns in fashion history.

As it is well known, the Brocade style is thousands of years old: from the fifth century to the present, from Japan to Persia and then to Italy, this fabric has been rediscovered countless times, and reinterpreted in endless interpretations.

broccato 2

BkiB and High Fashion Brocade

Among the new spokesman of the successful trend, stands the figure of Simona Chiaravalle, chief designer of BkiB brand. Simona has carved a niche, creating iconic baroque designs for her kimonos. Reproduced in floral form, the Brocade fabric used by Chiaravalle enriches BkiB creations and helps to make them even more unique.

broccato BkiB

The Milanese designer has worked hard to perfect this part of her collection, and it really hits the market, meeting the haute couture world demand thanks to the attention  to detail and high quality. Historically, brocade was in fact the fulcrum of autumn / winter collections from some of the greatest designers. In line with the Sicilian Baroque-style of the brand, it has dominated the collections of Dolce & Gabbana, with their double-breasted coats with golden decorations as a focal point. Balmain also prefers brocade fabrics, which they have taken onto the catwalk in different varieties. Meanwhile, the bon ton brocade dresses of Prada and Miu Miu interpret the trends of the moment in the most colorful tones.

broccato 1

With their unmistakable character, brocade fabrics are not exclusive to the catwalk. When combined with simple jeans and a T-shirt, the arabesque kimonos from BkiB can complete an everyday look, giving it a fashionable and refined character. Variations in the gold and silver are the perfect theme for your holiday outfits!

Floreale: anticipare la primavera indossando sofisticate fantasie

By | Uncategorized | No Comments

La fantasia floreale è da sempre un must nelle creazioni di alta moda, da Dolce e Gabbana a Gucci, la natura regna sovrana su gran parte dei capi delle collezioni Spring-Summer, ma non solo. Anche la stagione Fall Winter 2016/2017 infatti ha offerto alle appassionate di haute couture alcuni spunti interessati per fare del floreale l’indiscusso protagonista della fredda stagione invernale.

Per chi ama indossare un outfit semplice senza rinunciare ad un tocco glamour, le scarpe con ricami vegetali sono un divertente compromesso per dare personalità ed unicità al proprio stile. Dalle creazioni Miu Miu allo stivale firmato Laurence Dacade, il motivo vegetale riesce sempre a rendere dinamico un vestito monocolor o a valorizzare una mise essenziale con jeans e camicia bianca.

Di ultimo grido sono anche gli abiti lunghi dal taglio classico come le creazioni di Erdem, da portare con un caldo e avvolgente cappotto o le borse ricamate con trame naturali Gucci, Fendi ed Alexander MacQueen raffinate e ricche di colore.

schermata-2016-12-22-alle-17-28-20schermata-2016-12-22-alle-17-28-44

 

I fiori sbocciano sui tessuti BkiB

Originale è anche la proposta di Simona Chiaravalle, creatrice del brand BkiB. Raffinate trame vegetali adornano i suoi kimono orientaleggianti, impreziositi con motivi naturali da indossare anche durante l’inverno. Le trame floreali compaiono cristallizzate sui morbidi e corposi tessuti BkiB dove risaltano i colori del ghiaccio dalle sfumature azzurre, argento e bianco.

screenshot_2016-12-01-14-18-00
Non solo le tinte tenui e i colori pastello ma anche vivaci tonalità rosa, rosse e arancio decorano i kimono BkiB dalle trame floreali rendendo i capi vivaci e divertenti da indossare durante il lungo periodo invernale.
Con uno sfarzoso kimono dorato BkiB sarete pronte a stupire con inattesa lucentezza. Sofisticati ricami di rose dorate donano ai broccati grazia ed eleganza ed offrono una anticipazione della primavera.

Nude Look: the modern princess fashion show in Paris.

By | Events, Uncategorized | No Comments

Paris. Contemporary haute couture

Paris, the historic cradle of haute couture and bon ton, a model of elegance and sophistication, has started to produce some provocative work. After years of respecting fashion tradition, even the French capital is now giving way to the charm of the last trend by bringing it onto the catwalk.

In particular, for spring / summer 2017, Parisian haute couture fashion looks like it is fully embracing the nude look.

 

Elie Saab, Zuhair Murad and Dior have created collections that feature dresses studded with precious crystals, tulle and lace, exposing the breasts of the models. The idea is to evoke a modern princess who winks at sensuality, while honoring her femininity.

bkib parigi.001

Il nude look di Elie Saab, Dior e Zuhair Murad

The ‘Nude Look’ of a Star

When the stars start to embrace a trend, the fashion world stands to attention. That’s certainly the case with Chiara Ferragni and Bella Hadid. The most famous Italian fashion blogger in the world and the top model in California recently turned up for Dior’s carnival party in Paris with a very sexy nude look: both chose a mini dress from the Parisian fashion house, with a balconette corset that shows off their female nudity and sensual beauty, in a restrained, attractive manner.

Bella Hadid e Chiara Ferragni da Dior

Bella Hadid e Chiara Ferragni da Dior in Dior

Sensuality from BkiB

Elegant, refined and sensual. A woman who can afford to show herself with a bare look without being transgressive. This was the base used by Simona Chiaravalle to create the BkiB woman. The BkiB woman wears lace ‘hiding’ her breasts between embroidery. Daring becomes the watchword for our kind of woman: a nude look that speaks to you directly and confidently.

DSC_8969

Il nude look BkiB

L’abito mimosa BkiB, solare e gioioso come le donne

By | Uncategorized | No Comments

Una mimosa BkiB per ogni donna

Un voile lieve, impalpabile, floccato con tante macchioline gialle. C’è chi ci vede un disegno animalier. C’è chi, con romanticismo e passione, ci vede un immenso mazzo di mimose, piccoli fiori che per primi sentono l’arrivo della bella stagione. Ricoprono con gioia e delicatezza il long dress di BkiB, elegante e sensuale, con scollo profondo chiuso da coulisse e lunga fusciacca da annodare in vita. Una creazione nude look che non ha niente di trasgressivo e che Simona Chiaravalle, designer e anima del brand, ha saputo rendere estremamente raffinata. La trasparenza e leggerezza del tessuto sono mitigate dalla fitta presenza di piccole sfere naïf, che lo accendono di un giallo solare, caldo, inebriante. E se bastasse avvicinarsi un po’ di più per percepire il profumo della primavera?

Abito mimosa BkiB

Abito mimosa BkiB